Inaugurato nell’ormai lontano marzo 2013, il Monastero di Hua Yi, prima struttura italiana del taiwanese Monastero di Chung Tai Chan, è ormai da considerare come il più importante centro spirituale del Buddhismo Zen cinese della Capitale. Il sogno di molti fedeli, mossi dal desiderio di preservare e diffondere le antiche tradizioni spirituali dell’Asia orientale, sostenuto dalle numerose comunità cinesi presenti sul territorio romano, dopo quattro anni di intenso lavoro e dopo il superamento di innumerevoli ostacoli burocratici, è divenuto una affascinante e bellissima realtà.

Le numerose sculture, sia indiane che cinesi, tra le quali spicca quella in stile gandharan del Buddha Shakyamuni posta sopra l’altare principale e quella in stile Han cinese del Maitreya Bodhisattva posizionata nella sala principale, sono a ricordare che il Buddhismo ha avuto origine in India e che, dopo essersi diffuso rapidamente in tutto l’Oriente, si è radicato, in maniera decisamente importante, in Cina. Oggigiorno, il Tempio è metà, oltre che ovviamente di molti italiani, anche di visitatori provenienti da tutta Europa, dall’Australia e dagli Stati Uniti, a testimonianza dell’irreversibile processo di consolidamento, anche nel razionale e tecnologico Occidente, del “cammino” spirituale Zen. La giusta comprensione del Dharma, la dottrina buddhista, viene insegnata nel monastero in maniera progressiva, attraverso lezioni e sessioni di meditazione di diversi livelli al fine di prendere gradualmente consapevolezza della propria realtà interiore e della propria essenza spirituale. I giovani, per i quali e’ stata riservata una sala di meditazione e di studio apposita, vengono amorevolmente introdotti alle pratiche meditative dagli insegnanti presenti nel tempio ed istruiti sulla necessità di integrare l’esperienza spirituale alla vita quotidiana.

Ai visitatori, tra i quali numerose sono le classi di bambini delle scuole elementari, vengono mostrate le sale del Buddha e, qualora ne manifestassero il desiderio, vengono fatte fare delle brevi sessioni di meditazione volte, principalmente, ad una prima scoperta del troppo spesso sconosciuto spirito di compassione presente nel cuore di ciascun essere vivente.

Si può assolutamente affermare, senza paura di essere smentiti, che a Hua Yi si entra con la testa satura del frastuono della quotidianità ma se ne esce con la mente calma e purificata e con il cuore in armonica risonanza con l’amore universale…e, decisamente, non ci sembra poco !

Per informazioni su aperture ed orari

Monastero Hua Yi :

Via Dell’Omo N. 142
Tel:06-22428876
E-mail:ctcmhuayisi@gmail.com