Il Cav. Vittorio Adelfi della Democrazia Cristiana Storica si è incatenato al portone di ingresso dell’edificio “ex Poligrafico dello Stato” sito in piazza Verdi. Immediato è stato l’intervento della Polizia volto ad interrompere l’azione, ma il messaggio di forte protesta ormai è stato lanciato.

Le azioni intraprese sono contro l’abusivismo edilizio perpetrato a danno dell’ex Poligrafico dove, secondo quanto sostiene Adelfi, sarebbero palesemente violate le normative vigenti sulla tutela dei fabbricati monumentali.

Alla manifestazione era presente, tra gli altri, anche l’on. Vittorio Sgarbi di Rinascimento Italiano

La contestazione riguarda, in particolar modo, la costruzione di quattro piani in sopraelevazione e di 14 mila metri quadri di ampliamento della superficie del monumentale palazzo ex Poligrafico dello Stato.