Siamo alle solite, la Sindaca ci è caduta di nuovo. Evidentemente non sono state sufficienti le ultime gaffe sui nomi sbagliati di ex Presidenti della Repubblica (la targa dedicata a Carlo “Azelio” Ciampi) o su immaginarie “Cupole” del Colosseo, questa volta “l’eroina della Capitale” punta a riscrivere la storia, in particolare quella del Novecento.

Per l’anniversario del bombardamento di San Lorenzo a Roma che cade il 19 luglio, pubblica sul suo profilo twitter il seguente messaggio : «Roma è e sarà sempre antifascista. Ho deposto una corona per commemorare il 78° anniversario del bombardamento che nel 1943 colpì San Lorenzo e altri quartieri della città. Un evento drammatico che non dobbiamo dimenticare perché senza memoria non c’è futuro».

La Storia insegna che, in quella triste circostanza, il fascismo nulla c’entri e che, invece, fu l’aviazione anglo-americana, mentre risaliva la penisola, a bombardare la Capitale. Peccato che nel messaggio, quantomeno fuorviante della Raggi, di questo non vi sia traccia.