“Pensate davvero di battere la destra su agenda Draghi con Fratoianni e Bonelli. Suvvia. Solo questo avevo chiesto. Chiarezza. Adesso toccherà a noi offrire una prospettiva di governo seria. Ci incontreremo sul campo uninominale di Roma. Con rispetto”. Carlo Calenda, segretario di Azione, lo scrive su Twitter rispondendo a Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, pubblicandone una dichiarazione nella quale l’esponente Dem lo accusa di aver tradito i suoi elettori. 

“Ma cari amici del Partito Democratico se la nostra presenza era così essenziale perché Enrico Letta ha sottoscritto un patto con due antitutto, sapendo cosa sarebbe accaduto? Ponetevi questa domanda. Perché vi metto per iscritto che vi ritroverete anche con 5S un minuto dopo le elezioni. La risposta è che Più Europa ha assicurato che comunque non avremmo strappato per il problema delle firme. Questa è l’amara verità che è giusto che anche gli elettori di Più Europa conoscano”, prosegue il leader di Azione.

“Basta. Basta con questa politica dove nulla cambia: Meloni al posto di Salvini; Bonelli e Fratoianni al posto di Bertinotti e Pecoraro Scanio. Vi proporremo una politica netta, chiara e trasparente per fare le cose che servono alla Nazione. Il resto è nelle vostre mani”, spiega ancora Calenda.

“Io ho cercato concedendo molto al Pd” di mantenere in piedi l’accordo, per quanto riguarda Verdi e Sinistra italiana accettando “che potessero entrare ma non bombardare tutti i giorni quello che avevamo firmato”, dice in un video su Twitter Calenda.

“Letta sapeva esattamente quello che sarebbe accaduto- attacca Calenda- Enrico non raccontare balle, sapevi esattamente quello che sarebbe accaduto, lo hai saputo da sempre, ti ho incontrato, te l’ho spiegato, giovedì, e te l’ho ripetuto da sempre”.

(fonte Agenzia Dire – www.dire.it)