“L’Aifa si è già attivata per poter garantire l’acquisizione di un numero di dose adeguato del farmaco che inibisce la polimerasi virale, in particolare Molnupiravir, che è stato approvato nel Regno Unito: il direttore di Aifa Magrini ha già chiesto il dossier per consentire all’Italia di avere a disposizione anche quest’arma terapeutica“, questo è quanto dichiarato da Franco Locatelli, coordinatore del Cts, nel suo intervento durante la conferenza stampa tenuta insieme al ministro della salute, Speranza ed al commissario per l’emergenza,Figliuolo.

Intanto anche il colosso farmaceutico Pfizer ha annunciato di aver interrotto anticipatamente gli studi clinici sul suo nuovo farmaco antivirale contro il Covid dopo che i risultati si sono rivelati entusiasmanti, con una riduzione di circa l’89% del rischio di morte e di ricovero in pazienti ad elevato rischio. A breve, conclude il comunicato della Pfizer, verrà inoltrata richiesta alla FDA per l’utilizzo di emergenza su larga scala del farmaco.