Notizia pervenuta solo nelle ultime ore. Il Governo ha deciso di posticipare di un mese la notifica di oltre 35 milioni di cartelle esattoriali che sarebbero dovute partire da lunedi 3 maggio. Da quanto apprendiamo le cartelle saranno congelate fino al 31 maggio, ma non dovrebbero esserci ulteriori proroghe.
Il Presidente di Caf-Cia Agricoltori Italiani, Alessandro Mastrocinque, sostiene: «Accogliamo con favore l’ipotesi di una proroga allo stop dell’invio delle cartelle esattoriali, che avrebbe fatto partire oltre 35 milioni di atti nei confronti di famiglie e imprese. In attesa di un decreto legge che definisca nuove scadenze e altre questioni fiscali rilevanti, vedi il versamento del primo acconto Irap prima cancellato e poi rientrato in gioco, rileviamo come l’incertezza dovuta al perdurare della pandemia necessiti un atto di coraggio da parte della macchina impositiva del Paese. Le proroghe continue creano confusione nei cittadini e tra gli addetti ai lavori, che rischiano di non poter svolgere al meglio il proprio ruolo di mediatore tra il fisco e i cittadini»