Molto probabilmente è stato “uno sfortunato incidente”,questo quanto dichiarato dal presidente polacco Andrzej Duda su quanto accaduto ieri al confine con l’Ucraina, dove due persone sono rimaste uccise da un missile. Il Presidente ha anche escluso che si sia trattato di “un attacco deliberato” nei confronti del suo Paese da parte russa. “Non vi è alcuna indicazione che si tratti di un attacco intenzionale alla Polonia – ha detto – Molto probabilmente, si è trattato di un razzo S-300 di fabbricazione russa. Al momento non abbiamo prove che si trattasse di un missile lanciato dalla parte russa. Ci sono molte indicazioni che si sia trattato di un missile di difesa aerea, che purtroppo è caduto sul territorio polacco”.

“Siamo in contatto diretto con i nostri alleati della Nato”, e “non abbiamo prove circostanziali che ci permettano di concludere che si sia trattato di un attacco alla Polonia”, ha concluso Duda