Il Garante della Privacy, a quanto si apprende dalle note diffuse via Twitter, ha aperto un’istruttoria in merito all’ordinanza del Presidente della Regione Sicilia sulla ricognizione del personale degli enti pubblici locali non vaccinato. L’Autorità, si legge, ha richiesto informazioni utili alla Regione che ha 7 giorni per rispondere.

Il Garante ha, inoltre, invitato regioni e province autonome a soprassedere dall’adottare o dare attuazione a iniziative territoriali che prevedano l’uso dei certificati vaccinali per finalità ulteriori o modalità difformi rispetto a quelle previste dalla legge nazionale.

L’ordinanza di un presidente regionale o provinciale, conclude la nota, non rappresenta una valida base giuridica per introdurre limitazioni a diritti e libertà individuali che implichino il trattamento di dati personali, che ricade nelle materie assoggettate a riserva di legge statale.