La fornitura a Kiev di lanciamissili multipli (Mlrs) dotati di munizioni a lungo raggio “è la strada più veloce per una escalation del conflitto in Ucraina verso l’irreversibile conseguenza di una guerra mondiale”. Lo ha scritto su Telegram l’ex presidente russo Dmitry Medvedev, oggi vice capo del Consiglio di sicurezza russo.

Le sue parole, citate dalla Tass, arrivano mentre l’Ucraina continua a chiedere agli Stati Uniti munizioni più a lungo raggio per i lanciamissili Himars. Washington le ha finora negate, temendo che venga colpito il territorio russo provocando un’ulteriore escalation nel conflitto.

Nel suo messaggio Telegram, Medvedev ha anche affermato che il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha di fatto ammesso la partecipazione dell’Alleanza Atlantica al conflitto. “Il commento del segretario generale della Nato che una vittoria della Russia in Ucraina significherebbe una sconfitta dell’Alleanza Atlantica è una conferma diretta che il blocco partecipa alla guerra contro il nostro Paese. Come si dice, una grande mente. Ma viene da un cuore puro – ha rimarcato ironicamente – un onesto tizio norvegese ha finalmente fatto una confessione”.

(adnkronos)